Una nuotata nell’area marina: Femmine Island Swim

Straordinario successo di partecipanti  per la prima edizione  della Femmine Island Swim che si è svolta nelle acque dell’Area Marina Capo Gallo-Isola delle Femmine il 5 Luglio 2015 con il patrocinio dell’Ente Gestore. Sono stati 120 i partecipanti per le due prove previste all’interno della manifestazione: la prova competitiva sulla distanza dei 3.5 km e la prova amatoriale, non competitiva, aperta a giovani e meno giovani di ogni età  che si sono avventurati in una passeggiata a nuoto di 900metri di puro divertimento.

L’originale campo gara che prevedeva non solo il raggiungimento dell’isolotto ma anche il suo completo giro in senso orario, dando quindi la possibilità di nuotare in un’area marina protetta, ha creato grande entusiasmo tra i nuotatori che si sono detti assolutamente felici di questa prova. Tra i moltissimi nuotatori di lungo corso, solo pochissimi avevano infatti già vissuto questa esperienza, per tanti altri invece era la prima volta che nuotando scoprivano i bellissimi fondali che circondano l’isolotto ed è stata unanime l’opinione che fosse senz’altro questo il valore aggiunto alla prova.

Nata da un’idea di Mauro Giaconia, atleta e recordman palermitano di nuoto e Responsabile Eventi della Extrema a.s.d., Associazione Sportiva Dilettantistica specializzata nella realizzazione di eventi sportivi di Nuoto e Triathlon, la manifestazione è stata realizzata anche con il supporto del Comune di Isola delle Femmine e della Capitaneria di Porto di Palermo.

L’evento è stato prova valida anche per il Circuito Nazionale di Nuoto in Acque Libere intitolato alla memoria dell’agente di scorta “Agostino Catalano”, promosso dalla Uisp Regionale Sicilia.

Per i risultati, gli agonisti e i master, hanno battagliato dal primo fino all’ultimo metro. A vincere è stato il giovanissimo Luca Giacoletti, un under 18 che ha chiuso la sua fatica in appena 49 minuti e 5 secondi. Più staccati Andrea Pomo (52’10) e Marco Cocciola (55’16). Tra le donne altro successo netto con Marika Scaglione che ha fermato il crono a 52’50”. Staccate Nadia Sardina (1.02.20) e Silvia Giammanco (1.02.29).

Alla fine un rinfrescante ristoro a base di frutta di stagione e le ricche premiazioni per i primi tre assoluti Maschili e Femminili e per i primi tre atleti di tutte le categorie presenti, e una t-shirt ricordo per tutti i partecipanti.